Tutte le news

LIGURIA, CRESCONO LE PRESTAZIONI DI TELECARDIOLOGIA A CARICO DEL SSN IN FARMACIA.

Crescono le prestazioni di telecardiologia a carico del Ssn effettuate nelle farmacie liguri. I dati emergono a oltre cinque mesi dalla partenza del servizio nell’ambito della sperimentazione relativa alla farmacia dei servizi. E, tra i risultati, c’è anche quello di rendere accessibili importanti esami in territori complessi e per le fasce più fragili della popolazione che spesso non hanno alternative.

«L’iniziativa» ha spiegato Francesca Massa, direzione Federfarma Liguria e relazioni istituzionali Ufl, associata di Federfarma Servizi, «è stata avviata a inizio luglio e ha visto, dopo una fase di formazione dei farmacisti, la partecipazione di circa 270 farmacie del territorio. Obiettivo principale è quello di ridurre le liste d’attesa, rafforzare le attività di prevenzione, in particolare in ambito cardiovascolare, e potenziare la risposta territoriale ai bisogni di salute». Il cittadino, munito di ricetta, «viene indirizzato in farmacia dallo specialista o dal medico di medicina generale e questo aspetto ha portato anche a un consolidamento delle interrelazioni professionali tra i diversi attori della sanità». Secondo gli ultimi dati, aggiornati a metà dicembre, «le prestazioni erogate a carico del Ssn sono 6250: nel dettaglio, si tratta di 2.650 Ecg, 1.250 prestazioni relative a holter pressorio, 2.350 per holter cardiaco».

Il progetto vede un finanziamento di oltre 1.200.000 euro – sul totale di un milione e mezzo destinato alla sperimentazione della farmacia dei servizi – a copertura di oltre 24.000 esami. «Il nostro auspicio» conclude Massa «è che, esaurita la fase sperimentale, questi servizi possano in prospettiva diventare strutturali e rappresentare un ulteriore step per una sanità che, grazie al coinvolgimento della farmacia, può essere davvero di prossimità».